Peanut butter cookies

Peanut butter cookies

Ogni tanto trovo qualche ingrediente particolare al supermercato e lo compro, presa da un raptus di follia dolciaria, per sperimentare ricette non esattamente convenzionali e, manco a dirlo, nemmeno tanto salutari. E’ il caso di questi peanut butter cookies, ovvero cookies al burro d’arachidi, un ingrediente che mangiato da solo mi lascia un po’ perplessa ma che messo nei cookies è… oh, gosh!! La ricetta l’ho adattata da questa, ho fatto le dovute correzioni e conversioni e c’ho aggiunto – toh che novità! – del caffè al posto della vaniglia. Ho ottenuto dei peanut butter cookies a dir poco libidinosi. Quindi, la prossima volta che vedete del peanut butter al supermercato prendetelo, i peanut butter cookies non sono salutari ma vanno provati almeno una volta nella vita!

Peanut butter cookies

Peanut butter cookies


Ingredienti:

110g burro ammorbidito
125g burro di arachidi
100g zucchero bianco
115g zucchero di canna (tipo moscovado)
½ cucchiaino bicarbonato
½ cucchiaino lievito
1 uovo (grande)
¼ cucchiaino di polvere di caffè (o vanillina se non vi piace il caffè)
150g farina 00
1 cucchiaio caffè espresso (o latte, se non volete il caffè)
150g cioccolato fondente tagliato a scagliette o gocce di cioccolato

Procedimento:

Sbattere il burro ammorbidito con il burro d’arachidi per un paio di minuti, quindi aggiungere gli zuccheri, il bicarbonato e il lievito continuando a sbattere. Aggiungere l’uovo leggermente sbattuto, la vaniglia (o il caffè nel mio caso) e, sempre sbattendo (io uso il gancio K del Kenwood) la farina. Infine il cucchiaio di caffè. Aggiungere il cioccolato e mescolare. Se l’impasto è troppo mollo, mettere in frigo a rassodare per un’ora, altrimenti procedere alla formazione di tante palline della grandezza di una noce, disporle su una teglia coperta di carta forno e infornare a 180 gradi per 7-8 minuti. Come faccio sempre con i cookies, appena tolti dal forno li schiaccio leggermente con il dorso di un cucchiaino per dargli la tipica forma a “disco volante”, poi li lascio raffreddare completamente su una griglia.

Peanut butter cookies

——————————

Every now and then I find some particular ingredient at the supermarket and buy it, seized by a rush of culinary madness, tempted to try some not-exactly-conventional recipes which are, needless to say, not so healthy either. That’s exactly what happened with these peanut butter cookies. Peanut butter, eaten alone, leaves me a bit…puzzled, but put it in your cookies and… oh, gosh! I adapted the from this one, I made the necessary corrections and conversions and added – what a surprise! – coffee instead of vanilla. I got some peanut butter cookies which were – to say the least – libidinous . So, next time you see peanut butter in a supermarket buy it , these peanut butter cookies are not healthy, but they must be tried at least once in your life !

Peanut butter cookies

Ingredients:

110g butter, softened
125g peanut butter
100g white sugar
115g brown sugar (moscovado )
½ teaspoon baking soda
½ teaspoon baking powder
1 egg (large)
¼ teaspoon of coffee powder (or vanilla if you do not like coffee)
150g flour 00
1 tablespoon espresso coffee (or milk if you do not want the coffee)
150g dark chocolate , cut into slivers or chocolate chips

Method:

Beat the softened butter with peanut butter for a few minutes, then add the sugars , baking soda and baking powder beating constantly. Add the lightly beaten egg , vanilla (or coffee in my case) , and always beating (I use the K hook of my Kenwood) add flour. Finally add the spoon of espresso. Add the chocolate and mix. If the dough is too soft , put it in the fridge to firm up for an hour, otherwise proceed to the formation of many small balls the size of a walnut, place them on a baking sheet covered with parchment paper and bake at 180 degrees for 7-8 minutes. As I always do with cookies, as soon as I take them out of the oven, I lightly crush the cookies with the back of a teaspoon to give them the typical shape of a “flying saucer” , then let them cool completely on a rack.

3 Risposte a “Peanut butter cookies”

  1. Si cara Giulia non sono dietetici ma credo che siano molto buoni

    Un bacione

  2. In diverse tue ricette trovo la polvere di caffè, ma si tratta del caffè solubile o proprio la polvere da moka? Scusa in anticipo per l’ignoranza

    1. Ciao! io intendo proprio la polvere da moka, che intensifica il sapore, ma se vuoi puoi sostituirla con caffè solubile senza problemi!

Lascia un commento